-A +A

Tu sei qui

Da #FuturaCampobasso a #FuturaGenova: la Scuola Molisana si innova

15 Maggio 2019
Da #FuturaCampobasso a #FuturaGenova: la Scuola Molisana si innova

Un evento straordinario, #FuturaGenova, la tre giorni della Scuola italiana tenutasi nella bellissima città della lanterna. E’stato il momento di chiusura di un anno eccezionale come il 2018 e, al tempo stesso, l’inizio della maratona di innovazioni didattiche degli eventi #FuturaItalia del 2019.

#FuturaGenova è stato, in primo luogo, un racconto di emozioni.

Emozioni legate alle attività̀ degli studenti; da #FuturaCampobasso del novembre 2018 a #FuturaGenova dell’aprile 2019, con i ragazzi molisani appartenenti a scuole dell’intero territorio regionale vincitori del Civic Hack, del Womest e del Premio Scuola Digitale: tanti piccoli leoni si sono dimostrati “combattenti” tenaci, preparati, mai domi nella ricerca di soluzioni innovative per i loro progetti vincitori di sfide locali. Il 5^ posto nazionale assoluto del gruppo Civic ha coronato un successo già̀ insito nella semplice partecipazione. Certo, aver sfiorato il podio ed un premio quale lo stage nella Silicon Valley per il gruppo vincitore può lasciare qualche punta di amarezza: ma quanta gioia e quanto arricchimento personale per questi ragazzi!

E come non congratularsi con gli studenti dell’Istituto comprensivo “Amatuzio-Pallotta” di Boiano (CB) i quali, con il progetto M.U.S.I.C.A.A. (Musica Unità e Sintesi In Cento Anni d’Arte), viaggio artistico musicale interdisciplinare “dalla battaglia di Caporetto (1917) alle “prigioni” di Caparezza (2017)”, dopo il primo posto nella sezione primo ciclo di #FuturaCampobasso, hanno ottenuto il terzo posto assoluto (su 1350 scuole partecipanti) nell’evento “Il mio nessun parli ..” promosso dal MIUR in #FuturaGenova.

Non sono state da meno le emozioni per i docenti partecipi al Teach for Hack ed al Teach for Womest, impegnati nella risposta ad una sfida da far tremare i polsi: la creazione di laboratori con metodologie didattiche innovative su STEM e su global trend quali la globalizzazione, la cittadinanza e la democrazia, la sicurezza, la cultura moderna. Ogni sfida è stata affrontata dai docenti con la consapevolezza di essere essi stessi protagonisti dei primi di questi laboratori, tra cui l’hackathon per i formatori che, attraverso metodologie innovative, divengono gradualmente facilitatori di una didattica non più solo trasmissiva. Infine, ma non meno forti, le emozioni scaturite dall’ascolto di un Maestro quale Renzo Piano che, nonostante la sua fama, si è dimostrato innanzitutto “persona vera”. Parole semplici, concetti chiari e toccanti, progetti funzionali e sostenibili con un messaggio finale da scolpire nel tempo: “Ogni studente deve osare per raggiungere il suo sogno; ma ogni studente deve avere al suo fianco un insegnante che, sempre, deve dirgli “bravo, ce l’hai fatta o ce la farai” “.

Chiusura alla presenza del ministro Bussetti, convinto partecipe di un’innovazione che, da #FuturaGenova, tende sempre più a diffondersi nelle scuole italiane.

FUTURA è una piattaforma di accelerazione verso il futuro dedicata alla Scuola italiana.