-A +A

Tu sei qui

Da Futura Italia una scuola inclusiva, accessibile a tutti attraverso il digitale

13 Febbraio 2019
Da Futura Italia una scuola inclusiva, accessibile a tutti attraverso il digitale

L’idea alla base di tutte le iniziative di Futura Italia è una SCUOLA accessibile a tutti anche grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie digitali che, oltre ad essere impiegate nella didattica, sono anche uno strumento trasversale di inclusione per alunni, genitori e dipendenti diversamente abili.

Per il Premio Scuola Digitale il Liceo Classico “Giacomo Leopardi “di Macerata è risultato vincitore della fase interprovinciale (per le province di Macerata, Fermo ed Ascoli Piceno) con un progetto il cui scopo era rendere l’edificio scolastico accessibile ai non vedenti ed agli ipovedenti.

La scelta dell’accessibilità e dell’inclusione come temi da sviluppare per partecipare al Premio è nata in occasione di Futura Macerata, in seno ad un dibattito sulla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, che all’articolo 26 “riconosce e rispetta il diritto delle persone con disabilità a beneficiare di misure tendenti ad assicurare la loro autonomia, la loro integrazione sociale e la loro partecipazione alla vita della comunità”.

Gli alunni si sono messi dalla parte dell'utente non vedente, prevedendo le sue difficoltà nel dover percorrere l’edificio scolastico ogni giorno e cercando di aiutarlo a superare gli ostacoli presenti.

Nella fase precedente alla progettazione i ragazzi hanno ricercato e studiato delle tecniche che potessero essere calate nella loro realtà e, alla fine, la tecnologia scelta è stata la RFID (acronimo di Radio Frequency IDentification) con ricevitori di segnali dall’ambiente.

Il sistema si basa sul riconoscimento a radiofrequenze tra due oggetti (etichette TAG ed un lettore) e per il funzionamento non necessita di nessun contatto, né di tipo visivo, né di tipo elettrico: un sistema che viene largamente usato nell’industria e, soprattutto, nella logistica, di cui da qualche anno esistono interessanti sperimentazioni anche nel settore turistico ed in quello dell’aiuto alla mobilità.

Così è nato il progetto: sono state applicate etichette TAG nell’edificio, capaci di guidare il non vedente negli ambienti più rappresentativi della scuola (Biblioteca, segreterie, aule di informatica).

Per le persone ipovedenti i ragazzi hanno pensato di realizzare dei percorsi evidenziati da bande colorate da attaccare a terra: blu percorso per uffici; rosso percorso aule (Biblioteca, aula informatica, laboratorio scientifico); verde percorso servizi (bagni).

Per la piena realizzazione del sistema ci stiamo avvalendo dell’aiuto di studi di Ingegneria e di Scuole tecniche, che si possano occupare della fase di concretizzazione del progetto, poiché siamo consapevoli del fatto che non abbiamo competenze tecniche necessarie per la sua definitiva attuazione.
L’incontro con Futura Italia è stato determinante nel declinare la didattica tradizionale in termini pratici, conferendole quella dimensione di concretezza di cui la scuola ha davvero molto bisogno.

FUTURA è una piattaforma di accelerazione verso il futuro dedicata alla Scuola italiana.