-A +A

Tu sei qui

MOUNTAIN HACKS2 #L’abbraccio delle Alpi

12 Giugno 2019
MOUNTAIN HACKS2 #L’abbraccio delle Alpi

Una settimana incredibile, da Cuorgnè (TO) a Bormio (SO), dall’Istituto XXV APRILE-FACCIO all’Istituto ALBERTI, lungo le valli e sulle cime delle nostre Alpi.  

Due eventi regionali e transregionali dedicati alla MONTAGNA ed al suo ruolo insostituibile nel territorio italiano.

Moltissime le realtà scolastiche in gioco per costruire un FUTURO ECOSOSTENIBILE per i territori montani, salvaguardandone la bellezza, la biodiversità, le tradizioni ed il senso di appartenenza.

Le spettacolari amenità dei paesaggi alpestri fanno da cornice ai tantissimi saperi resi accessibili ai più giovani attraverso percorsi di formazione grazie ad UNIMONT, agli enti territoriali, ai Parchi del Gran Paradiso - Stelvio e agli incredibili Wayouthers.

I ragazzi, divisi in gruppi eterogenei, vivono sfide entusiasmanti durante l’hackathon, mettendo in campo diverse conoscenze e competenze per progettare l’oggi ed il domani dei luoghi alpini. Sviluppano app innovative, ideano associazioni Onlus, programmi educativi e di ricerca volti alla valorizzazione delle incredibili potenzialità che le realtà montane possono generare, analizzando in particolare il binomio sport-montagna.

Tutti i progetti presentati evidenziano un notevole impegno e, soprattutto, uno spettro di azione e fattibilità estremamente vasto: dall’impatto degli sport estremi (come scalate, sci alpinismo e rafting sulla biodiversità vegetale ed animale), al problema della sicurezza nelle diverse attività sportive, da progetti volti all’inclusione dei soggetti diversamente abili a percorsi di educazione/formazione dedicati ai giovani.

Gli insegnanti, supportati dai Teachers Matter, condividono esperienze ed elaborano nuovi percorsi di apprendimento attivo, in cui gli studenti ed i docenti possano acquisire, rafforzare e valorizzare le competenze chiave di cittadinanza europea per la realizzazione e lo sviluppo personale, la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione negli ambienti montani, in accordo con le azioni del PNSD. Vengono ideati percorsi formativi per alunni ed insegnanti, PCTO connessi alle realtà montane, da condividere in rete, app e partnerships estremamente interessanti.

Al termine delle intense attività possiamo dire che la scuola italiana riesce sempre a stupirci per intelligenza e vivacità, per capacità di fare squadra, tessere relazioni, condividere fatiche per raggiungere la meta. Altissima la competenza, non solo organizzativa, dei due istituti che ci hanno accolto, ospitato, accudito come solo la gente di montagna sa fare. Parola di Mountain hacker!

FUTURA è una piattaforma di accelerazione verso il futuro dedicata alla Scuola italiana.